in tempo di crisi regaliamo sorrisi, non costano nulla ma fanno felici... io ne ho tanti per tutti quelli che passano di qua ;-)
  se ti fa piacere seguimi anche qui:

lunedì 18 ottobre 2021

Halloween si avvicina: alcune favole sull'argomento


nelle vetrine iniziano a vedersi i primi addobbi e, su richiesta di un mio piccolo amico,
ho pensato di rispolverare delle mie vecchie favole 
ed aggiungerne una inedita

Una inizia così:

Fanta e Mino sono due piccoli fantasmi giocherelloni che vivono nel castello abbandonato in cima alla collina.

Trascorrono le loro giornate rincorrendosi nelle stanze vuote e, passando attraverso ai vari muri, si ritrovano in enormi stanze buie o in corridoi lunghissimi dove sui muri ci sono appesi un'infinità di quadri.

I fantasmini giocherebbero molto volentieri con i personaggi racchiusi in quelle enormi ed elaborate cornici ma i loro visi rimangono sempre seri e con uno sguardo altezzoso e duro.

Per quanto Fanta e Mino cerchino in tutti i modi di coinvolgerli non riescono mai, neanche solo per qualche minuto a fargli spuntare l'ombra di un sorriso, quindi è proprio impossibile coinvolgerli nei loro giochi!

Tutti i pomeriggi, alle 16,30, i due fantasmini salgono sulla torretta più alta del castello e guardano con nostalgia i bambini che escono vociando dalla scuola e poi iniziano allegramente a giocare sul prato.

Che meraviglia sentire quel vociare festoso e come sarebbe bello potersi unire a quei piccoli!!!

Purtroppo sanno che è impossibile.

Una volta Fanta, che aveva seguito per diversi giorni come si svolgeva il gioco del nascondino ed era ormai sicura di averne capito il funzionamento, si era nascosta dietro ad un albero per farsi scoprire.

La bimba con i codini biondi, quella che ride sempre più forte di tutti, appena l'aveva vista e...


il seguito lo puoi leggere cliccando qui.


e tante altre le puoi leggere nel libretto "Storie paurose ma non troppo"

che trovi su Amazon sia nella versione cartacea che Kindle


mercoledì 15 settembre 2021

da un disegno nasce un libro: Le avventure di Uccio


Tanti anni fa una mamma mi aveva fatto vedere il disegno di un "mostro buono" fatto da suo figlio e mi aveva chiesto di inventarci una favola...

poiché era piaciuta avevo pensato di darci un seguito e sono natte "Le avventure di Uccio"

dove un timido strano piccolo essere, spinto dalla necessità di portare in salvo il suo popolo destinato all'estinzione a causa dell'inquinamento, riesce a trovare in se la forza per affrontare spericolate avventure.

Durante il percorso sarà aiutato da moltissimi nuovi amici e scoprirà "fantasiosi personaggi" con usi e costumi completamente diversi ma accomunati dal desiderio di voler vivere in pace con i loro simili in un luogo tranquillo e salubre.

Logicamente la prima stampa del libro l'ho fatta pervenire a quel bambino (nel frattempo cresciuto) che con il suo disegno mi ha ispirato tutte quelle favole  ;-)

puoi trovarci: avventura, amicizia, solidarietà, inquinamento

lunedì 16 novembre 2020

aiutiamo le API in autunno ed inverno

Le api sono molto utili e attualmente, a causa dei cambiamenti climatici e l'abuso di pesticidi,  sono a rischio di estinzione quindi avevo deciso di dare un mio piccolo contributo alla loro sopravvivenza piantando in terrazza dei fiori da cui potessero trarne nutrimento.

Purtroppo in questo periodo non ci sono più fiori e vedevo che le api che arrivano e, dopo un giro di ispezione, volavano via.

Avevo letto che si possono nutrire anche con lo zucchero quindi ieri ne ho messo un pochino (inumidito leggermente perché non volasse via) sul bordo della ringhiera.


con mia grande soddisfazione avevo visto subito un'ape arrivare e cibarsene
questa mattina lo zucchero era completamente sparito 


quindi ne ho rimesso e quell'ape è arrivata...con una compagna ;-)


continuerò e metterne sperando con questo mio piccolo gesto di contribuire 
alla salvaguardia di questi piccoli insetti così laboriosi ed utili anche alla nostra sopravvivenza

domenica 15 novembre 2020

PROFUMATORE riciclo PONCIRO

mi avevano regalato alcuni piccoli frutti misteriosi
dalle dimensioni di un mandarino
ricoperti da una peluria trasparente
 e dal profumo agrumato 


cercando in rete ho scoperto che appartengono all'albero del
PONCIRO o arancio trifogliato


nativo delle zone temperate della Cina o Korea
che produce frutti non tossici ma dal gusto sgradevole
quindi non propriamente commestibili come frutta fresca

mi piaceva il loro profumo quindi
ho pensato di riciclarli 


e,  unendoli a dei chiodi di garofano,
li ho trasformati in 
PROFUMATORI 


il connubio dei due elementi è risultato decisamente vincente  ;-)

venerdì 13 novembre 2020

LEGGERE FA BENE ALLA SALUTE


mi sono imbattuta in questo articolo di FOCUS 

"leggere fa bene alla salute"

dove sono riportati gli effetti positivi della lettura 

descritti da persone molto più autorevoli di me:

- SOCIALIZZARE. Chi legge fa amicizia più facilmente. Tale predisposizione è stata rilevata dai ricercatori dell'Università di Standford (Usa): i bambini che leggono di più nella scuola materna ed elementare sono più socievoli e meno aggressivi. 

  LEGAMI FAMILIARI. Secondo l'American Academy of Pediatrics, leggere insieme ai figli, già in età prescolare, rafforza i legami affettivi. Farlo tutti i giorni aiuta tra l'altro i bambini a sviluppare precocemente il linguaggio e le abilità intellettive. 

-   DISINTOSSICA DAL DIGITALE. Secondo gli psicologi, leggere è uno dei rimedi più salutari per disintossicarsi dalla cosidetta digital addiction ovvero dalla dipendenza da smartphone, tablet, pc. Questo tipo di dipendenza è ritenuta responsabile, tra le altre cose, di deteriorare i rapporti sociali e affettivi.

- CONCENTRAZIONE. Un altro beneficio della lettura è il miglioramento della capacità di concentrazione, di solito compromessa dal cosidetto multitasking. Quando veniamo assorbiti da un buon libro o da un interessante articolo di giornale, siamo costretti a focalizzarci totalmente, evitando distrazioni e aumentando così il livello di attenzione.

-     SCRIVERE MEGLIO. I grandi scrittori sono spesso anche lettori accaniti: chi legge, infatti, aumenta anche le proprie abilità di scrittura, ampliando il proprio bagaglio culturale, imparando a padroneggiare meglio la lingua e trovando ispirazione e spunti utili a creare nuove opere.

PIÙ CREATIVI. I lettori sono più creativi e hanno maggiori capacità di giudizio. Lo spiega una ricerca dell'Università di Toronto, in base alla quale chi aveva appena letto un racconto o un romanzo pensava in modo meno rigido, gestendo meglio le situazioni di incertezza e di confusione. 

- FORMIDABILE ANTISTRESS. Stando a uno studio dell'Università del Sussex (UK), leggere un libro o un giornale in silenzio per soli sei minuti rallenta la frequenza cardiaca e la tensione muscolare, abbassando i livelli di stress del 68%, superando in questo altre attività, come passeggiare (42%), sorseggiare un tè (54%) o ascoltare musica (61%). 

SOGNI D'ORO. Sfogliare un buon libro o un bel giornale prima di andare a letto aiuta a dormire meglio. A dirlo è uno studio del centro di ricerca statunitense Mayo Clinic che ha sottolienato, inoltre, come gli schermi (e-book, tv, computer e tablet) abbiano l'effetto contrario, riducendo il sonno di 20 minuti (in media) a notte.

il mio sogno è che leggendo i miei racconti i bambini imparino ad amare la lettura
e piano piano si avvicinino a quelle più impegnative


alcuni miei racconti li ho raccolti nei libri
"Le avventure di Uccio" 
 "Storie paurose ma non troppo"
che potete trovare in vendita presso:

- CartoLab L'Ottovolante via Cesare Balbo 13/A Torino   https://www.facebook.com/ottovolantecartolab

-Libreria La Farfalla di Snipe via Giulia di Barolo 20 Torino https://www.facebook.com/marialuisapeano/

e su Amazon sia in versione cartacea che in formato Kindle

giovedì 12 novembre 2020

DOLCETTI ALLEGRIA

Il cielo è grigio ed il dover restare in casa porta tristezza
ma qualcosa di dolce può tirare su il morale 
allora con ciò che avevo a disposizione ho inventato questi 

 DOLCETTI ALLEGRIA 


 INGREDIENTI: 
1 rotolo di pasta frolla 
qualche pezzetto di cioccolato 
codette colorate 
prugne secche 
stampini per dolci 


 PROCEDIMENTO:
sulla placca del forno distendere la pasta sfoglia 
lasciandoci sotto la sua carta forno 
con gli stampini ritagliare i formati 
utilizzare gli scarti riunendoli in una pallina 
e poi distendere con il mattarello 
inserirci sopra gli ingredienti che si preferisce 
in forno caldo 180° per 10' 
o sino quando si saranno leggermente colorati

economici, velocissimi da fare anche con i bambini
ed hanno raggiunto lo scopo di portare allegria ;-)

mercoledì 28 ottobre 2020

UN AMICO INASPETTATO racconto aperto

I fantasmi esistono davvero? 
Siamo sicuri che a volte non siano tra di noi
senza che ce ne rendiamo conto? 
Ma loro fanno paura a noi o siamo noi a spaventarli? 

La storia di seguito, insieme ad altre, le puoi trovare nel libro


e ti aiuteranno a capire il perché.



 E' notte e in casa tutti dormono profondamente. 
All'improvviso un piccolo rumore sveglia Giulia e, al debole chiarore della lucetta notturna, guarda subito verso il lettino dove dorme la sorellina pensando di vedere a terra l'orsetto che lei normalmente si porta a letto. 
 La piccola dorme tranquillamente tenendoselo strettamente abbracciato sotto le coperte. 
Eppure Giulia è sicura di avere sentito un rumore ed allora inizia ad esplorare attentamente con gli occhi tutta la cameretta. 
Nella parte più buia, dove c'è lo scaffale con tutti i suoi bei libri illustrati, vede un qualcosa di bianco... cosa può essere? 
Coraggiosamente scende dal letto, si avvicina e scopre un fantasmino che sta cercando di rimettere a posto i libretti che sono caduti a terra. 
"Chi sei e da dove vieni?" sussurra Giulia sorpresa di ritrovare un' estraneo nella sua cameretta. 
Il fantasmino fa un salto spaventato e con voce tremante risponde:
 "Scusa ti ho svegliata? sai è da tanto che volevo leggere la favola di Peter Pan ma te metti sempre quel libro sotto tutti gli altri ed allora per prenderlo ne ho fatti cadere qualcuno". 
Giulia, esortandolo a fare piano per non svegliare nessuno, l'aiuta a rimettere ogni cosa al loro posto. Quando tutti i libri sono ritornati in ordine sullo scaffale gli chiede: 
"Adesso spiegami chi sei e da dove arrivi?" 
"Sono un fantasmino non lo capisci vedendo il mio vestito? mi chiamo Ino e vengo da questa camera". "Da questa camera?" esclama stupita Giulia "guarda che non si dicono le bugie... in questa camera ci siamo solo io e la mia sorellina". 
"Eppure io abito qui da quando sei andata alla festa di Halloween. Non mi hai mai visto perché io di giorno dormo e mi alzo solo di notte". 
Giulia ricorda benissimo la grande festa dove si è tanto divertita a disegnare e colorare delle belle zucche arancioni... anzi una l'ha portata persino a casa per ricordo. 
Ino con i suoi poteri magici le legge nel pensiero e le dice che durante la festa lui era molto indeciso se seguire a casa lei o la sua amica del cuore. Era rimasto in dubbio sino all'ultimo minuto perché erano tutte e due molto simpatiche e si erano impegnate molto nel ritagliare e colorare le zucche. 
"Perché allora hai scelto me? e come hai fatto a seguirmi?" chiede sempre più stupita la piccola. 
 "Mi sono deciso quando ho sentito che saresti andata a casa a leggere un libro..." le risponde il fantasmino “e quando mi hai portato a casa tua e mi hai appeso vicino alla libreria ho capito di avere fatto proprio la scelta giusta perché io adoro i libri illustrati". 
"Scusa ma io ho appeso solo il disegno della zucca che mi avevano dato come ricordo della festa... e come avrei fatto a portarti a casa mia?". 
Ino le dà subito una dimostrazione... diventa sottile, sottile e piccolo, piccolo poi si infila nella bocca disegnata sulla zucca appesa al muro. Subito dopo rispunta fuori dicendole: 
"Per piacere non dirlo a nessuno che mi hai visto perché altrimenti dovrò ritornare nel vecchio castello e laggiù, mi annoio moltissimo, senza neanche un libro da leggere!"

Adesso divertiti, da solo o in compagnia,  a continuarla tu
con un finale più o meno pauroso

e se me lo invii sarò felice di aggiungerlo qui in fondo

domenica 25 ottobre 2020

come può nascere un libro

Tanti anni fa non avrei mai immaginato che la richiesta di un bambino di inventargli una favola sul suo disegno mi avrebbe poi dato spunto per altri racconti che... adesso sono racchiusi nel libro "Le avventure di Uccio".

Mi ricordo come fosse ieri quando quel piccolo mi ha fatto vedere il suo capolavoro precisandomi che era un mostro strano ma buono, insomma un "mostruccio" quindi lui lo aveva chiamato Uccio.
Il fatto che ritenesse buono anche chi era molto diverso da lui mi aveva confermato che i bambini non sanno cosa sia la discriminazione razziale e danno molto valore all'amicizia.

Ho ambientato il racconto di quello strano essere in un posto lontano ma, poiché sono convinta che i bambini imparano molto in fretta e possono essere dei validi ambasciatori, ho voluto toccare il tema dell'ecologia senza trascurare logicamente l'amicizia, la condivisione, la timidezza che può diventare coraggio e logicamente... molte avventure e fantasia.

Mentre il bambino era seduto davanti a me, tenendo tra le mani il suo disegno, avevo iniziato con:
Lontano, lontano in mezzo all'oceano c'è un'isoletta fatta di scogli sulla quale vive uno strano popolo...

Man mano che il racconto proseguiva abbiamo aggiunto, coinvolti in rocambolesche avventure, tanti strani esseri diversi per carattere ed abitudini, ma tutti uniti da un unico scopo di portare in salvo il proprio popolo minacciato dall'inquinamento.
L'amicizia e la condivisione hanno dato ottimi risultati.

Puoi trovare tutti i racconti racchiusi nel libro "Le avventure di Uccio" in vendita presso:

- CartoLab L'Ottovolante via Cesare Balbo 13/A Torino
https://www.facebook.com/ottovolantecartolab

- Libreria La Farfalla di Snipe via Giulia di Barolo, 20 Torino
https://www.facebook.com/marialuisapeano/

e su Amazon sia in versione cartacea che in formato Kindle

domenica 4 ottobre 2020

TORTA CAROTINA FELICE con tante proprietà

 oggi il cielo è grigio e fa decisamente fresco

allora decidiamo di cucinare qualcosa nel forno

in casa ci sono diverse carote 

e le usiamo per preparare una torta


a fine cottura ci siamo ritrovate una torta non proprio perfetta

ma con quella strana "crepa" sembra che sorrida

la nipotina ci ha messo subito sopra 2 acini d'uva

ed ha esclamato adesso è una perfetta 

TORTA CAROTINA FELICE

certamente non riusciremo mai più a farne una simile 

ma le tante proprietà di questa ci saranno sempre

se volete farla anche voi leggete di seguito

INGREDIENTI:

uno stampo di 20 cm.

300 gr carote crude

180 gr farina 00

40 gr fecola di patate

150 gr zucchero

100 ml olio semi di girasole

2 uova 

1 bustina di lievito per dolci

1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Pulire e frullare le carote con l'olio

versare la crema ottenuta in una ciotola

aggiungere gli altri ingredienti

amalgamare bene tutti gli ingredienti

versare nella teglia precedentemente imburrata e infarinata

in forno caldo 180° per 35/40'

(vale sempre la prova stecchino)


PROPRIETA' E BENEFICI DELLE CAROTE (prese dal web)

le carote sono particolarmente utili al benessere della vista, del cuore, della pelle e dell’apparato digerente  perché ricche di vitamine e sali minerali:  beta carotene, antiossidanti, vitamina A, vitamina K, vitamina B6, biotina, vitamina C ed anche sali minerali come potassio, rame e manganese

e sono anche dietetiche perché povere di calorie (41 kcal per 100 g), quindi indicate anche da chi segue un regime dietetico ipocalorico.

giovedì 3 settembre 2020

un sogno realizzato: il libro "Le avventure di Uccio"

grazie a chi mi ha e mi supporta sempre 
ho visto realizzato un sogno che avevo da tempo nel cassetto
quale?
il postino mi ha consegnato la copia cartacea 
di un libro che racchiude alcune mie favole

 tanti racconti, una sola storia




chi mi segue ne avrà forse già letta qualcuna 
alle quali ne ho aggiunta una... quasi conclusiva

Uno strano e timido piccolo essere, spinto dalla necessità di portare in salvo 
il suo popolo destinato all'estinzione a causa dell'inquinamento, 
riesce a trovare in se la forza per affrontare spericolate avventure.
Durante il percorso sarà aiutato da moltissimi nuovi amici 
e scoprirà "fantasiosi personaggi" con usi e costumi completamente diversi
ma accomunati dal desiderio di voler vivere in pace con i loro simili
in un luogo tranquillo e salubre.

 un sentito ringraziamento va anche
ai bambini che hanno fatto i disegni dai quali ho preso spunto
ed a tutte le persone che, in modi diversi,
mi hanno esortato ad inventare sempre nuove avventure


puoi trovarlo in vendita presso:

- CartoLab L'Ottovolante via Cesare Balbo 13/A Torino
https://www.facebook.com/ottovolantecartolab

- Libreria La Farfalla di Snipe via Giulia di Barolo, 20 Torino 
https://www.facebook.com/marialuisapeano/

e su Amazon sia in versione cartacea che in formato Kindle cliccando qui

GRAZIE, GRAZIE ed ancora GRAZIE a...


"d"
senza il quale questo blog non sarebbe mai esistito e che tanto pazientemente mi supporta sempre.

Grazie al blog ho scoperto un mondo che non conoscevo e che trovo super splendido!!!
Ho trovato persone meravigliose che mi hanno sempre sostenuta, incoraggiata e consigliata.

Vi abbraccio virtualmente tutte/i ... continuate a seguirmi e...
se lasciate un commento mi farete felice!!!